Start / L’autodeterminazione

L’autodeterminazione

Dissanguarsi per l’Italia

L’Italia lotta per la propria sopravvivenza. Una montagna di debiti (duemila miliardi di Euro) pesa sullo Stato. Si tratta del 123 % dell‘intero potenziale economico (reddito nazionale lordo) di un anno. E noi dovremmo pagare per tutto questo? Il Sudtirolo, in confronto, ha solo l’83 % di debito sul suo reddito lordo. La situazione economica sarebbe migliore senza l’Italia, i valori dei rating sarebbero al livello della Germania, consentendo così mutui più convenienti, e quindi condizioni migliori per il mondo economico e meno tasse per tutti!  La permanenza nello Stato italiano comporta sempre nuovi oneri fiscali. Siamo sempre meno concorrenziali, la vita diventa più cara e non si vede nessuna luce in fondo al tunnel. In un’Italia moribonda il Sud-Tirolo non avrà mai un futuro. È arrivato il momento di congedarsi!  SÜD-TIROLER FREIHEIT.

L’Autonomia non regge

Non passa giorno senza che arrivino notizie raccappriccianti da Roma. Che si tratti di concessioni per le centrali elettriche, del ritorno delle tasse che ci spettano o dei soldi bloccati, nei momenti di crisi Roma se ne infischia della nostra autonomia. Lo statuto di autonomia non può tenere testa alla crisi del debito pubblico italiano. Anche se i 5 rappresentanti della Stella Alpina a Roma voteranno d’ora in poi per principio contro il governo, questo, considerando il numero di 945 parlamentari italiani, sarà soltanto espressione dell’impotenza  e della mancanza di idee valide. La SVP continua a ripetere che chiederà l’autodeterminazione nel caso Roma non rispetti l’autonomia. E quando, se non adesso? SÜD-TIROLER FREIHEIT.

Rincorsa alle sedie più importante del futuro?

Nella SVP la rincorsa alle sedie diventa sempre più importante. Chi diventerà Landeshauptmann? Chi andrà a Roma? Quale associazione potrà nominare quali candidati? In poche parole: chi riceverà cosa? Mentre tante famiglie non sanno più come arrivare alla fine del mese, mentre l’autonomia viene smantellata, l’Italia si trova ad un passo dal baratro ed il nostro futuro diventa sempre più incerto, il partito di governo si interessa soltanto del proprio potere. Un cambiamento è possibile già il prossimo anno! SÜD-TIROLER FREIHEIT.

L’autodeterminazione è la nostra unica salvezza

„Noi viviamo in questo Stato, e se lo Stato affonda noi affonderemo con esso“. Questa l’opinione di Durnwalder. Ma noi non siamo Italiani, non siamo responsabili per la debacle finanziaria e non abbiamo mai potuto decidere sulla appartenenza o meno a questo Stato. Che l’autodeterminazione sia realistica anche oggi lo dimostra la Scozia, che nel 2014 deciderà sulla propria indipendenza. Anche l’indipendenza del Sudtirolo è necessaria, se vogliamo avere un futuro sicuro! SÜD-TIROLER FREIHEIT.

5 Kommentare

  1. Mario Fabbrini Sferamondi

    Sicuramente molti popoli sparsi lungo il suolo italico troverebbero migliori condizioni economiche profittando di una aihmè insperata ed improbabile indipendenza .Certo il Sudtirolo ,anche se voglio e mi permetto di precisare che credo che fino a Mezzocorona la maggioranza della popolazione sceglierebbe l’Italia ,come del resto confermano recenti studi su lingua e cultura .Tuttavia concordo in pieno sul principio di autodeterminazione dei popoli !Lombardia Piemonte e Liguria credo abbandonerebbero di gusto lo stivale ,e anche Veneto ed Emilia da una autonomia otterrebbero benificio .Rimarrebbe un ‚Italia del centrosud…e benché possa sembrare follia non sono nemmeno certo che il sud si opporrebbe alla separazione .Perché dunque ciò è nei fatti impossibile ?Ovviamente perché il potere è nelle mani dei politici di Roma che governano secondo i loro privati interessi opponendosi a qualsiasi cambiamento che possa incrinare il sistema .Fin quando andremo a votare cambieremo solo la faccia del cuoco che mescola sempre la stessa minestra nello stesso calderone .Sudtirolesi ,Veneti ,Lombardi ,emiliani e non solo ,tutti siamo stanchi .Bisogna cambiare il sistema ,le regole ,permettere alle popolazioni di decidere del proprio futuro .Questo è il primo fondamentale ,indispensabile passo .Ma il popolo italico ,badate non italiano ,italico in quanto residente ,non ha ancora capito che nessun vero cambiamento ,tanto meno le autonomie ,saranno realizzabili fin quando il potere di Roma sarà smisurato e devastante rispetto alla volontà della popolazione .

  2. Fernando und Leonardo

    Autodeterminazione subito! Siamo due amici trentini che hanno ben esposta la bandiera della nostra unica HEIMAT in giardino. Grande stima per chi porta avanti questa battaglia contro questo maledetto stato che ci ha conquistato senza alcun consenso dei nostri nonni! Wir sind ein Volk! Los von Rom! Ricomponiamo il Tirolo storico da Borghetto a Kufstein!

  3. Vergessen Sie nicht den Welschtirol !!!

  4. Avanti con l’autodeterminazione anche per il Trentino – Welschtirol!

  5. Sono un indipendentista Napolitano e voglio qui attestare la piena condivisione, della strada da voi intrapresa. E‘ la nostra Gente, il nostro Popolo che vanno coinvolti innanzitutto! Avanti così, fino all’Indipendenza.

Schreibe eine Antwort

Deine E-Mail Adresse wird nicht veröffentlicht.